Quante volte hai fatto entrare la persona con cui stavi solo quando eri pronta?

Se ti faccio questa domanda, sei in grado di rispondere onestamente? Da quando ho iniziato a lavorare come La Coach del Piacere, mi sono resa conto di quante volte sia io che le altre donne ci siamo concesse quando non volevamo, quando non eravamo pronte o quando non ne avevamo voglia. E i motivi potrebbero essere i più disparati:

  • Perché ormai siamo lì, abbiamo portato la persona con cui siamo ad eccitarsi così tanto che poi che fai, la lasci a secco?

  • L’uomo è pronto a penetrarci, noi ancora non siamo neppure lontanamente lubrificate o pronte, ma non abbiamo voglia di stare lì ore e in più magari il nostro partner non è molto in grado di prepararci e smania dalla voglia di entrarci dentro.

  • Non abbiamo voglia. Abbiamo messo davanti le esigenze di tutti, siamo stanche e avremmo solo voglia di un bagno caldo. Lui insiste. Poi magari va a cercarsi un’altra…

Quante volte ti è capitato di fare ragionamenti così o di trovarti in situazioni simili?

A me molte volte. Poi ho imparato che facevo tutto per fare piacere agli altri e per piacere agli altri.

Invece ecco i consigli che ti dò:

  • L’unica che deve davvero godere sei tu. Chi è con te poi gode di conseguenza.

  • Se permetti di entrare nella tua vagina senza che lei sia ancora pronta, la tua esperienza sessuale può essere fino a 90 volte meno gradevole. Provi meno piacere e fai più fatica a lasciarti andare. Impara quindi sempre a chiedere se è pronta o meno. Se non lo è, puoi rendere più lunghi i preliminari, giocare con quello che ti fa eccitare e stimolare i seni che aiutano la tua vagina ad aprirsi.

  • Tu vieni per prima. Se mi prendo cura di me, del mio corpo e delle mie esigenze poi sono più predisposta a lasciarmi andare e ad ascoltare gli altri.

La vagina ci mette un bel po’ a lubrificarsi, a essere pronta ad accogliere, a volte anche 45 minuti. Impara ad ascoltarla e a onorarla e insegnalo a chi hai di fianco. La ricompensa è meravigliosa, te lo assicuro.

 

Articolo scritto da Elisa Caltabiano, speaker congresso DonnaON 2019 

 

ACQUISTA IL BIGLIETTO  »

Condividi!