La resilienza è una delle qualità sempre più studiate nei nostri tempi di crescente complessità e rappresenta una caratteristica sempre più importante per un’efficace gestione delle tue risorse.

Notoriamente è la capacità di rialzarti e rimetterti in carreggiata dopo un periodo difficile o traumatico, ma per Heartmath, l’istituto americano che da più di 30 anni studia il cuore e la sua complessità e di cui sono la prima trainer ufficiale italiana, la resilienza è anche la tua capacità di prepararti a situazioni difficili che sai in arrivo e la tua abilità di gestirle con una buona qualità e quantità di energia, mentre accadono.

È una vera è propria capacità, un contenitore, una batteria e ha a che fare con la tua energia. Noi tutti siamo sistemi energetici, che accumulano e disperdono energia: se abbiamo una qualità del sonno buona, la mattina siamo belli carichi e pronti ad una giornata piena zeppa di stimoli e cose da processare, come questo periodo storico di porta a vivere.

Se invece abbiamo dormito male, già la nostra batteria energetica parte carica a metà, e tutti i contrattempi e le piccole difficoltà quotidiane la andranno a consumare ulteriormente.

Cosa consuma energia, esattamente?

Tutto quello che ti stressa, ma anche le emozioni “negative” che provi, come rabbia, paura, frustrazione, compressione, sovraccarico emotivo. Quando provi queste emozioni “negative”, produci quantità eccessive di cortisolo, principale ormone dello stress, e questi stati disallineano cuore e cervello, sei in incoerenza cardiaca e, innescando un circolo vizioso, consumi ancora più energia.

La buona notizia è che la tua batteria si può anche rigenerare: quando provi emozioni nutrienti, quelle legate alle qualità del cuore, come amorevolezza, apprezzamento, gratitudine, quando fai le coccole ad un animale domestico o ad un bambino piccolo, quando stai nella gioia e nella calma, recuperi energia e stai in uno stato di centratura e allineamento, che possiamo definire “coerenza cardiaca”. Sei in grado di produrre un ormone particolare, il DHEA, ormone antagonista del cortisolo e capace di neutralizzarlo, chiamato anche ormone della giovinezza o anti-invecchiamento.

Quando ti accorgi che la tua batteria si sta scaricando e che stai andando in reazione, compromettendo una comunicazione o una situazione, puoi shiftare e provare un’emozione rigenerante, in grado di rifasarti, sentire di nuovo la sensazione che ha prodotto tale emozione positiva in passato o, ancora, praticare la coerenza cardiaca, con le tecniche di Heartmath, e ricaricarti, pronta poi a gestire nuove sfide.

Quello che imparerai con me a DonnaOn è sfruttare le qualità del tuo cuore e andare in coerenza cardiaca attraverso tecniche in grado di mantenere la tua batteria sempre bella carica.

Questo ti permetterà di gestire le difficoltà e prepararti a situazioni che già in anticipo sai stressanti, come quella telefonata che stai rimandando o quella chiacchierata delicata, in cui magari devi dire qualcosa di importante al tuo capo o ai tuoi collaboratori. E di sicuro, se non sei riuscita a prevenire un momento delicato, facendo coerenza cardiaca, puoi riprenderti più velocemente ed evitare che lo stress che hai prodotto, attraverso il cortisolo rilasciato, resti nel tue sistema per le 12 ore consuete.

 

Articolo scritto da Lara Lucaccioni, speaker congresso DonnaON 2019 

ACQUISTA IL BIGLIETTO  »

Condividi!