Seleziona una pagina

Trasferire cultura relazionale e ispirazione per chi crede nella rinascita dell’assetto economico e imprenditoriale del territorio in cui vive. È questo l’obiettivo della rivista InKalce, periodico trimestrale media partner del congresso DonnaOn 2019, edito e diretto dalla casa editrice Brainding delle giovani imprenditrici Sabrina Falanga e Michela Trada.

Due giornaliste ma, soprattutto, due donne, che hanno deciso di mettersi in gioco per realizzare i propri sogni: «La mission di InKalce recita “creare una community dedicata a chi sceglie il lavoro come realizzazione del sé e desidera successo professionale e straordinaria qualità della vita” – rivelano Trada e Falanga – Lo stereotipo comune vede le donne realizzate in qualità di mogli, mamme, amiche; in realtà, sono moltissime le professioniste che, quotidianamente, creano qualcosa di meraviglioso per sé e per gli altri e che vale la pena di essere raccontato.

Sulle pagine della nostra rivista vogliamo riportare queste storie per ispirare e ispirarci: il bello e i successi devono essere tramandati al fine di restituire al territorio locale e nazionale la giusta dose di positività aldilà delle convinzioni e dei falsi miti collettivi che hanno generato timori e blocchi soprattutto nei confronti delle nuove generazioni. Una volta conosciuto il progetto DonnaOn ci siamo rese conto della perfetta sintonia dei nostri messaggi: non potevamo non parlarne».

InKalce, ad ogni modo, non è una rivista di genere:

«In realtà non è nemmeno un giornale tradizionale, ma un vero e proprio strumento – dicono ancora le ideatrici di Brainding – Desidera spiegare, attraverso le voci degli stessi imprenditori, cosa significhi fare impresa e come si diventa professionisti del proprio lavoro, ponendosi come soluzione alla mancanza di percorsi formativi dedicati a chi, dopo la scuola e l’università, vorrebbe delle risposte su quali strade intraprendere per realizzarsi. Non solo: InKalce è uno strumento anche per se stessi perché proprio la rivista sarà per l’imprenditore l’opportunità di avere un mezzo di marketing in più, rispetto a quelli tradizionali oggi superati. Come? Nelle pagine di InKalce il professionista sarà raccontato non solo dal punto di vista lavorativo, ma anche personale – affermano ancora le giornaliste – InKalce, infatti, non è la vetrina in cui esporre asetticamente i propri capi in vendita, ma la tela su cui far emergere il proprio percorso di vita, le proprie capacità lavorative e umane, in un confronto con il lettore che si sente, così, più vicino all’imprenditore stesso. Un metodo, questo, che va oltre il classico format pubblicitario giornalistico e che riesce a essere un acceleratore di visibilità e acquisizione di nuovi clienti, partner e relazioni.

Siamo altresì organo di diffusione principale dell’ente di formazione Asentiv, unico nel suo genere a livello relazionale». Non solo carta: «Per offrire una continuità ai nostri lettori tra un’uscita e l’altra del periodico abbiamo decido di dar vita ad Inkalce.com che vedrà approfondimenti e contenuti visivi extra e tutti gli aggiornamenti dei protagonisti che trovate sulle pagine della rivista – proseguono Trada e Falanga – Ci sarà uno spazio interamente dedicato alle imprenditrici donne con consigli pratici per portare avanti al meglio la propria attività». Dove si trova InKalce? «InKalce ha scelto di non essere in vendita attraverso i comuni circuiti proprio per distinguersi e avere la sicurezza di non perdersi come una goccia in un oceano – dicono ancora le titolari di Brainding – Scelta aziendale è stata quindi quella di riferirsi ai target di riferimento (libero professionisti, piccole e medie imprese) e agli sponsor, affinché questi possano essere un valore aggiunto per le aziende che decidono di affidarsi alla rivista.

Il giornale è reperibile nelle sale dei Grand Hotel e negli Hotel in cui si organizzano regolarmente convegni e incontri; nei circuiti di categoria (sedi Confindustriali e via discorrendo); nelle grandi Università italiane, con le quali gli imprenditori rappresentati da InKalce possono collaborare in un’ottica ispirante e/o lavorativa; nei coworking più frequentati e conosciuti di Milano e Torino; nei grandi eventi imprenditoriali e ai congressi, come ad esempio DonnaOn. Presto la rivista sarà disponibile anche in abbonamento online».

Condividi!