Seleziona una pagina

Il processo in punti. Come si costruisce un’identità visiva?

L’errore più comune è quello di partire direttamente dalla grafica: scegliere colori, font, disegnare il logo…
In realtà questo è solamente l’ultimo passo da fare, prima è necessario farsi alcune domande per capire come disegnare la propria immagine.

Per arrivare a Riccione il 9 marzo pronta per affrontare il mio laboratorio “Grafica per non grafici” ti consiglio di fare questi passi:

  1. Identifica cosa fai e come lo fai, in poche parole: cosa ti rende unica? Quali parti della tua personalità metti nel tuo lavoro? Qual’è la tua storia lavorativa? Ci sono eventi particolari che ti hanno fatto iniziare il tuo progetto di lavoro? Mettere a fuoco questi aspetti aiuterà a raccontarti meglio.
  2. Il passo successivo è identificare il tuo target: chi è il tuo pubblico? In che modo vuoi aiutare i tuoi clienti? Che problemi hanno e come li puoi risolvere con il tuo lavoro?
  3.  Passiamo ad passaggio fondamentale: cosa vorresti che le persone dicessero di te? Come ti presenti ora? Cosa percepiscono i tuoi clienti? Corrisponde a quello che vorresti comunicare?
  4. Ora scrivi le parole chiave che sono emerse dalle risposte, quelle più frequenti e quelle che consideri più importanti.
  5. Adesso arriva la parte divertente: apri una nuova bacheca su Pinterest, cerca le immagini che risuonano con le risposte che hai dato alle domande precedenti e salvale nella bacheca. Se non usi Pinterest (ma anche se lo usi) ti consiglio di stampare le immagini, ritagliarle e incollarle su un cartoncino in modo da tenere un poster vicino alla tua postazione di lavoro che ti ricordi sempre la direzione da seguire. Spoiler: questo poster si chiama “moodboard”.

A questo punto sei pronta per scegliere i tuoi colori, i caratteri per la scrittura, le immagini… e con questo materiale puoi realizzare il tuo logo e gli strumenti di comunicazione.

Ci vediamo a Riccione per approfondire e fare il passo successivo, nel frattempo rispondi a questa domanda: cosa ti rende unica?

 

Articolo scritto da Francesca Covolan, speaker congresso DonnaON 2019

 

ACQUISTA IL BIGLIETTO  »

Condividi!