Seleziona una pagina

“Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai tutta la vita.” Insegna a pescare ad una donna e nutrirai lei, i suoi figli, le generazioni a venire. E quando tornerai a pescare, troverai il mare un luogo più accogliente e pescoso di quando lo hai lasciato.”

Il corso nasce così, da un proverbio cinese che ha guidato la vita di molti imprenditori. Certo, la pappa pronta sembra più comoda, ma quando si insegna a qualcuno a pescare la soddisfazione raddoppia. Chi ha insegnato sa di aver fatto qualcosa di buono non per una sola persona, ma per l’intera società. Chi ha imparato sa che da quel momento in poi si sono aperte non una, ma infinite strade. È il classico esempio di energia che decuplica una volta che viene condivisa.

Lezioni di pesca per comunicatrici è un corso studiato per tutte quelle donne che hanno un progetto e sanno che la comunicazione è la chiave per il successo. Imprenditrici, manager, free lance, libere professioniste: tutte noi usiamo la comunicazione come strumento per la vendita, la condivisione, la crescita. Ma come si struttura un piano di comunicazione? In realtà non sembra così difficile, la rete è piena di esempi e lezioni di ogni tipo. Quindi perché fare un corso?

Perché la comunicazione inizia molto prima del piano. Inizia con una strategia, che a sua volta nasce da un’idea. Il corso parte esattamente da lì, dall’idea. Da quello che ognuna di noi ha in mente.

E l’idea, o almeno il modo in cui viene pensata e il modo con cui la raccontiamo a noi stesse o alla nostra “prima linea” di affetti (famiglia, partner, amici) ha già in sé il seme della riuscita o del fallimento.

Il linguaggio positivo, propositivo, costruttivo, fa sì che il progetto venga affrontato nella giusta prospettiva. Si gettano poi le basi, con un set up degli obiettivi e una strategia mirata, si studiano il target, il tone of voice (lo stile con il quale si comunicherà). È solo allora che si comincia a parlare di comunicazione nel senso comune del termine.

Ma, anche in questo caso, la comunicazione può essere semplice ed efficace solo se la si conosce e la si utilizza nel modo corretto. Come una canna da pesca, è uno strumento. Senza avere le giuste nozioni, si torna a casa con il secchio vuoto. E si deve andare a cercare qualcuno che ci regali un pesce per cena, lasciandoci di nuovo a pensare cosa preparare il giorno dopo.

 

Articolo scritto da Sabrina Antenucci, speaker congresso DonnaON 2019 

ACQUISTA IL BIGLIETTO  »

 

Condividi!