Seleziona una pagina

Strumenti semplici per creare la tua identità visiva.

IL VISUAL BRANDING. Gli elementi tangibili che costruiscono la percezione

Al terzo Congresso Internazionale delle donne,  Donna On  parlerò di visual branding in un laboratorio  chiamato “Grafica per non grafici”scoprirai gli strumenti che ti consentiranno di progettare la tua immagine e le basi per poter creare le tue grafiche (immagini per i post dei social network, locandine, biglietto da visita…) in autonomia con un semplice strumento gratuito: Canva.

Perché è importante l’immagine del tuo brand?

L’immagine di brand è come un vestito per una persona: deve valorizzarne i punti di forza e comunicare chi siamo e come lavoriamo perché l’immagine arriva al cervello molto prima del contenuto. Il visual design è ovunque e ci spinge a prendere decisioni attraverso le emozioni che scatena.

Ci vogliono sette secondi per farsi la prima impressione su una persona che vediamo per la prima volta. Hai pochissimo tempo e, visto che il 90% delle informazioni che arrivano al cervello non sono verbali, è sicuramente utile investire nel progettare un’immagine visiva che trasmetta esattamente quello che vogliamo.

Per costruire un brand autentico e riconoscibile attraverso il visual design devi farti alcune domande: quale impressione vuoi dare? Qual’è il tuo stile?

Ciò che dobbiamo fare con l’immagine è emozionare il nostro cliente per incuriosirlo, stupirlo e, naturalmente, farci comprare. L’obiettivo è colpire e differenziarci sottolineando la nostra personalità.

“Il lavoro coordinato del marchio con tutti gli altri elementi grafici tattili o sonori costruisce un’identità uniforme e riconoscibile che, imprimenti nella memoria, convince, spiega e seduce.”

(R. Falcinelli, Critica portatile al visual design)

Vale la pena organizzare bene gli strumenti visivi prima per lavorare più velocemente dopo e lasciare una buona impressione. Ci vediamo il 9 marzo 2019 a Riccione per approfondire questi temi.

Nel frattempo ti lascio i compiti per casa: quale impressione vuoi dare? cosa vuoi che “sentano” i tuoi clienti quando pensano a te? Cosa vuoi raccontino di te?

 

Articolo scritto da Francesca Covolan, speaker congresso DonnaON 2019

 

ACQUISTA IL BIGLIETTO  »

Condividi!