Seleziona una pagina

Nel risveglio muscolare, una volta presa consapevolezza del respiro con una tecnica ben precisa, si va a muovere dolcemente le articolazioni muscolari e automaticamente lavoreranno anche agli organi interni. È buona abitudine risvegliare anche questo ”sconosciuto” pavimento pelvico.

Perché “sconosciuto”?

La maggior parte delle donne ne viene a conoscenza solo in gravidanza, perché nella fase pre – parto, le ostetriche danno l’importanza che merita.

Il pavimento pelvico è quell’insieme di muscoli e legamenti la cui funzione è quella di mantenere gli organi pelvici nella posizione corretta.

Vescica, uretra, utero, vagina e retto nella donna, il benessere di tutti questi organi messi insieme, dipendono proprio dalla salute del pavimento pelvico. Se si indeboliscono, la loro funzione viene alterata.

Il pavimento pelvico infatti ha anche una parte posteriore, quindi avere una corretta funzionalità evita gravi forme di stipsi o di incontinenza rettale.

Di norma questi eventi sono di natura fisiologica, ma possono essere causati addirittura da alcune attività sportive, anche se può sembrare strano. Ad esempio prendiamo i più banali e ripetuti esercizi addominali, tipo i cosiddetti crunch, essi compromettono il tono del muscolo, la pancia piatta si può ottenere con altri esercizi meno tosti e forse più efficaci.

Oppure, per chi va spesso in bici, se non si fa attenzione alla corretta postura in sella, essa si riflette sulla pressione dei tessuti del pavimento pelvico, fino a creare negli uomini, infiammazioni e problemi prostatici e nella donna tutti gli altri sopra elencati.

Per seguire, sport come il sollevamento pesi, l’ atletica , il salto o la ginnastica ovviamente se vengono praticati in forma professionale, si raccomanda di rafforzare il pavimento pelvico con gli esercizi specifici.

Insieme faremo gli esercizi che vi porterà un miglioramento del tono muscolare.

Tutta l’attività che faremo andrà fatta a piedi nudi o per chi vuole con i calzini, avrete bisogno di un tappetino semplice come quelli in palestra e un asciugamano.

 

Articolo scritto da Manuela Borsella, speaker congresso DonnaON 2019 

 

ACQUISTA IL BIGLIETTO  »

Condividi!